Requisiti per Metodo

Stampa PDF

Queste note operative sono valide ESCLUSIVAMENTE dalla versione 2.70 di Metodo.

Per le versioni precedenti fare riferimento all'apposita guida presente all'interno della documentazione.

  • Protezione metodoMetodo può essere installato su un elaboratore dotato dei seguenti sistemi operativi Microsoft:
    • Windows Vista 32bit o 64bit Service Pack 2
    • Windows 7 32bit o 64bit Service Pack 1
    • Windows 2008 Server 32bit o 64bit
    • Windows 8
    • Windows 2012 Server 32bit o 64bit
  • Nel disco rigido devono essere disponibili almeno 200 Mb di spazio (necessari per il solo programma) e 1 Gb di memoria RAM. 
  • La scheda video deve essere configurata per visualizzare una risoluzione di almeno 1024x768 punti.
  • Per la chiave di protezione deve essere disponibile una porta parallela (configurata come "LPT1" o "LPT2" standard) o una porta USB.
  • Alcune funzionalità del programma interagiscono con il pacchetto Microsoft Office; le versioni supportate sono: Office XP, Office 2003, Office 2007, Office 2010 e Office 2013.
    MS Office 2010 Starter non è supportato.
  • Per gli aggiornamenti automatici è necessario disporre di una connessione ad internet.
  • Per le funzionalità di invio automatico di email è necessario avere installato e correttamente configurato un client di posta tra i seguenti:
    • Ms Outlook 2013 32bit e 64bit (extended MAPI)
    • Ms Outlook 2010 sp2 32bit e 64bit (extended MAPI)
    • Ms Outlook 2007 sp1 (extended MAPI)
    • Ms Outlook 2003 sp3 (extended MAPI)
    • Ms Outlook XP sp3 (extended MAPI)
    • Ms Windows Live Mail (7 sp1 32bit) (simple MAPI)
    • Ms Windows Mail (Vista sp2) (simple MAPI)
    • Ms Outlook Express (XP sp3) v 6.00.2900.5512 (simple MAPI)
    • Mozilla Thunderbird 6.0.2 (simple MAPI)

    Per l'elenco aggiornato dei client di posta fare riferimento anche a questo documento.

I sistemi operativi supportati devono essere sempre aggiornati all'ultimo service pack rilasciato dal produttore.


Una nuova versione di Metodo può essere installata solo se si è in possesso di una licenza attiva al momento del rilascio. Le licenze scadute (fuori assistenza) sono abilitate solo all’uso della versione presente nell'elaboratore alla data di scadenza dell'assistenza. L’installazione di una versione scaricata successivamente a tale data rende automaticamente Metodo non utilizzabile fino al ripristino della corretta versione (di cui si deve ovviamente avere copia).


AVVERTENZE

  • Non utilizzare reti wi-fi per accedere ad archivi di Metodo condivisi su un server, ma solo reti cablate.
  • Non è possibile utilizzare dispositivi NAS per condividere gli archivi di Metodo in rete.
  • Non devono ASSOLUTAMENTE essere utilizzati software di sincronizzazione automatica in tempo reale sulle cartelle degli archivi di Metodo. Le copie possono essere fatte o dal programma stesso o tramite software di backup da utilizzare quando il programma non è in uso.


Installazione Metodo

Struttura

L’installazione di Metodo si effettua lanciando l'apposito programma di installazione. A differenza delle versioni precedenti, è il programma stesso che predispone gli archivi necessari nella posizione scelta.

  1. Archivi
    Gli archivi possono essere predisposti su un qualsiasi disco locale, removibile (esclusi pen drive e NAS) o percorso di rete. Il programma crea nel percorso indicato le cartelle di base \CONT e \CONTAB1 (con gli opportuni archivi). In caso di archivi condivisi in rete, questi possono fisicamente risiedere in una qualsiasi sottocartella del disco del server a patto che questa sia condivisa a tutti gli utenti che utilizzeranno Metodo. È fondamentale che gli utenti che utilizzano Metodo abbiano tutti i diritti su queste cartelle, pena il malfunzionamento del programma.
  2. Programma
    L’installazione del programma è analoga ad una qualsiasi installazione di software per Windows. Una procedura guidata individua automaticamente dove deve essere installato il programma (di base in una cartella \Metodo all'interno del percorso di default delle applicazioni).
    In caso di aggiornamento di una versione precedente, il programma si installerà automaticamente nella cartella \met2000 già esistente.
  3. Moduli Personalizzati
    Ogni utente di Metodo ha alcuni files personalizzati per la stampa della modulistica (ddt, fatture, conferme ordini, ecc…). Questi devono essere copiati nella cartella \Cont\()Moduli del percorso degli archivi.

Installazione Metodo in un elaboratore Stand Alone (monoutenza)

Per installare Metodo la prima volta in un elaboratore Stand Alone operare come segue:

  1. Se si utilizza il CD, scegliere la voce “Installa Metodo”, oppure eseguire manualmente il file installa.exe prelevato da Internet.
    L’installazione chiede esclusivamente il disco locale su cui installare la procedura.
    Non è possibile installare il programma su un disco di rete.
  2. Riavviare la macchina, se richiesto, ed entrare nel programma per verificare il corretto funzionamento della procedura.
    All’eventuale richiesta “Parametri Generali - Disco Archivi” selezionare la cartella locale o di rete su cui sono presenti gli archivi; se non presenti nel percorso indicato, il programma automaticamente predispone gli archivi di base per una nuova gestione.

Metodo rete

Installazione server archivi

Nella configurazione di rete ottimale, il server contiene solo i files di archivio di Metodo e quindi non deve esserci installato il programma.

La preparazione iniziale degli archivi non è necessaria in quanto verranno automaticamente creati dal terminale una volta indicato il percorso della cartella del server che li deve contenere.

Su reti di al massimo 2 terminali il server può essere uno egli elaboratori che utilizzerà il programma; in tal caso si deve ovviamente installare Metodo anche qui secondo le modalità normali. Oltre i 2 posti lavoro è opportuno che il server sia “dedicato”.

Installazione Metodo in un elaboratore Client (posto lavoro collegato in rete ad un server)

Per installare Metodo in un elaboratore collegato in rete ad un server operare come segue:

  • Controllare che la cartella del server contenente gli archivi di Metodo sia stata condivisa in lettura e scrittura e che sia stato assegnato il controllo completo dei file a tutti gli utenti.
    Se il percorso contenente gli archivi non fosse condiviso, procedere con la condivisione ed assegnare il controllo completo sull’unità contenente gli archivi.
  • Procedere quindi con le operazioni descritte su “Installazione Metodo in un elaboratore Stand Alone”, avendo cura di indicare come posizione degli archivi la cartella condivisa del server.

Installazione Terminal Server

L’installazione di un server “Terminal Server” è identica a quella di un server normale. È però necessario disporre di una chiave di protezione appositamente abilitata all’uso su Terminal Server che contiene il numero di licenze massime utilizzabili.

Esempio:

A) Rete tra i seguenti computers:

n.1 elaboratore Terminal Server con scheda protezione abilitata per 2 posti lavoro
n.3 terminali con scheda protezione propria
n.2 terminali senza scheda

B) Schede Metodo:

Computer Terminal Server: scheda di protezione programmata come n.1
Terminale 1: scheda di protezione propria programmata come n.2
Terminale 2: scheda di protezione propria programmata come n.3
Terminale 3: scheda di protezione propria programmata come n.4
Terminali 4 e 5 : scheda assente; vengono utilizzate le 2 licenze abilitate in quella del Terminal Server.

C) Nome Utente con cui i terminali 4 e 5 si connettono al Terminal Server:

Terminale 4: Alfa
Terminale 5: Beta

L'unica particolarità da tenere presente su questo tipo di installazione è che ogni singolo utente deve loggarsi al Terminal Server con un account specifico. E' pertanto da evitare l'utilizzo di un utente generico per l'accesso al Server pena la possibile anomalia nel funzionamento di alcune procedure come per esempio l'associazione corretta delle stampanti ai moduli.

Ultimo aggiornamento Lunedì 30 Giugno 2014 17:12