Parcellazione Studi

Stampa PDF

La procedura di Parcellazione Studi consente al professionista di risolvere le problematiche relative alla preparazione, gestione e stampa delle parcelle proforma e definitive.

Il TARIFFARIO PROFESSIONALE è studiato in maniera tale che vi si possono memorizzare tutti i vari tipi di prestazione svolti dal professionista, suddivisi in ANTICIPAZIONI, INDENNITÀ e ONORARI, ed attribuire ad ogni voce le relative caratteristiche quali Unità di Misura, Tariffa, % di IVA, assoggettazione o meno a Ritenuta d'Acconto, ecc.

Sono previste più tariffe da gestire, eventualmente, in base al tipo di clientela: nell'anagrafe infatti è richiesto il numero di tariffa applicato.

I dati anagrafici dei clienti comprendono, naturalmente, i campi specifici relativi a Data e Luogo di Nascita o Costituzione, Domicilio Fiscale, ecc. indispensabili per la corretta compilazione dell'F24 relativo al versamento delle ritenute d'acconto.

Ai fini della compilazione della parcella sono possibili due soluzioni:

  • impostare i dati al momento effettivo della stampa;
  • oppure inserire in un archivio, man mano che vengono eseguite, le diverse prestazioni e quindi richiamarle in automatico al momento dell'emissione della parcella.

Naturalmente le due possibilità sono assolutamente integrabili.

Inserendo le registrazioni tramite la procedura che viene definita PRIMA NOTA PARCELLE, è possibile gestire un archivio che fornisce Estratti Conto, Tabulati e situazioni riepilogative delle prestazioni effettuate.

Inoltre, al momento dell'immissione delle stesse, c'è la possibilità di eseguire, se necessario, anche l'eventuale registrazione contabile (ad esempio l'uscita di cassa sostenuta dallo studio se trattasi di anticipazione).

Le registrazioni che, pur essendo inserite, non devono essere considerate nella parcella, poiché verranno fatturare in periodi successivi, possono essere definite SOSPESE; rimarranno tali fino a quando la sospensione non verrà disabilitata.

Dai movimenti immessi si può ottenere un tabulato di controllo che elenca, per data e per cliente, le varie registrazioni, oppure degli estratti conto che evidenziano la situazione del cliente.

Fino a quando non si stampa la parcella tutti i movimenti inseriti possono essere visualizzati, corretti e annullati.

Al momento della stesura della parcella proforma o immediata si possono richiamare le registrazioni relative al cliente in questione che possono essere variate o integrate.

La stampa della parcella proforma dà origine ad un archivio, anch'esso modificabile, che consente di ottenere in automatico la stampa di quella definitiva.

È possibile attribuire alle parcelle proforma un CODICE che può servire da filtro al momento dell'emissione di quelle definitive poiché, prima dell'inizio della stampa, l'elaboratore chiede se si desidera eseguire la parcella definitiva delle sole proforma aventi un determinato codice.

La stampa delle parcelle definitive può essere eseguita CON o SENZA scarico contabile.

La gestione dei PARAMETRI permette di impostare i dati relativamente a Sistemi di Pagamento e Sottoconti di Contropartita per la corretta gestione delle parcelle con scarico contabile.

In alternativa alla stampa dei due tipi di parcella è possibile utilizzare quella immediata che, come compilazione, è pari alla proforma e, come effetto, alla definitiva.

La stampa delle parcelle definitive (o immediate) elimina dall'archivio le registrazioni di "prima nota parcelle" alle quali faceva riferimento e genera altrettante registrazioni nell'archivio "movimenti parcelle" che contiene tutte le prestazioni gia' fatturate (sempre che le stesse siano state imputate richiamando una voce del tariffario e non digitate manualmente). Da tale archivio si possono ottenere estratti conto e statistiche.

Infine, per ogni parcella è possibile stampare il relativo F24 per il versamento delle ritenute d'acconto che può essere consegnato direttamente al cliente per il pagamento.

Il programma Parcellazione non è compreso nel pacchetto standard di Contabilità ma è ad esso collegabile.

Ultimo aggiornamento Giovedì 21 Maggio 2009 16:32